Lavorare all'aperto nei giorni di afa estiva

09/07/2012
Autore: Dott. Dario Cuccia

L’intenso irraggiamento solare può rendere più pericoloso il lavoro nei cantieri all’aperto. I lavoratori vanno in particolare tutelati dagli effetti della canicola, dei raggi UV e dell'ozono.

La canicola rappresenta il periodo di caldo afoso e opprimente delle ore centrali della giornata, caratterizzato da alti valori di temperatura e umidità e assenza di vento.

Le persone che sono più colpite da questo fenomeno sono quelle che svolgono lavori fisici all’aperto. A soffrirne maggiormente è l’apparato circolatorio.

Le temperature molto elevate possono causare crampi, esaurimento fisico o, nella peggiore delle ipotesi, un colpo di calore.

I raggi UV o radiazioni solari sono i raggi ultravioletti, invisibili e impercettibili, che ci raggiungono ogni giorno tramite l’irraggiamento solare. In estate i valori massimi giornalieri si registrano tra le 11 e le 15. A partire da una determina
a intensità i raggi UV possono provocare tumori della pelle o lesioni oculari.

L’ozono si forma quando l’irraggiamento solare è molto intenso, soprattutto in estate. I valori massimi giornalieri si registrano nel tardo pomeriggio (all’incirca tra le 16 e le 18). L’ozono che si forma in prossimità del suolo (ozono troposferico) ha l’effetto di un gas irritante. Una prolungata esposizione ad elevate concentrazioni di ozono può provocare bruciore agli occhi, irritazioni della gola e della faringe, insufficienza respiratoria e mal di testa.

Il SUVA ha stilato un decalogo delle misure ritenute opportune per combattere l’afa estiva durante il lavoro sui cantieri:

1) È raccomandabile, per quanto possibile, anticipare l’inizio dei lavori al mattino, così da poter terminare prima la giornata lavorativa;

2) Svolgere i lavori più pesanti, per quanto possibile, al mattino;

3) Spalmare,almeno al mattino, una crema solare su viso, gambe e braccia per proteggersi dai raggi solari;

4) Proteggere le labbra con un’apposita crema;

5) Gli occhiali di protezione con lenti colorate hanno una duplice funzione: impediscono l’entrata di schegge negli occhi e riducono l’abbagliamento solare;

6) Indossare il casco anche in estate può proteggere dai possibili colpi di sole. Valutare con il fornitore che il casco offra un elevato confort, sia leggero e che permetta una buona circolazione dell’aria tra il casco e la testa;

7) Indossare sempre una maglietta, una T-shirt o una canottiera. Scegliere dei tessuti con un alto fattore di protezione solare;

8) In presenza di alte temperature il corpo necessità di assorbire diversi litri di liquidi al giorno. Evitare in qualsiasi caso le bevande alcoliche. Mangiare giornalmente frutta e verdura.

9) Fare delle pause, se possibile, all’ombra. Rinfrescare gambe e braccia con un po’ d’acqua;

10) Gli abiti da lavoro devono essere leggeri e comodi e allo stesso tempo devono proteggere dal sole e dai ferimenti.

 Fonte: Suva

Lista di controllo Suva
Scarica

CONTATTI

A.P. Group S.r.l.
medicina del lavoro e sicurezza
sui luoghi di lavoro
Vigevano (PV)
Via De Bussi, 7
Vigevano (PV)
Via Leonardo da Vinci, 11
Tel: 0381.82.304
Fax: 0381.82.383