Sanzioni previste dal D.Lgs. 81/08

13/07/2011
Autore: Ing. Andrea Ravanelli

Per affrontare il tema, certamente "scottante", delle sanzioni previste dal TUSL (Testo Unico della Sicurezza sul Lavoro), cioè del D.Lgs. 81/08 e s.m.i., ci viene in aiuto un ottimo riepilogo tabellato, liberamente scaricabile dal sito della 3M Italia, una delle aziende leader nella produzione di alcune tipologie di Dispositivi di Protezione Individuale per i lavoratori.

Lo schema, allegato al presente articolo, illustra le principali sanzioni comminabili alle varie figure che compongono il quadro della sicurezza (o, meglio detto, l'organigramma della sicurezza aziendale).

Lungi dal dover leggere tale tabella con motivi di spavento, e soprattutto fermo restando che la sicurezza deve essere un obiettivo da perseguire non per sfuggire ad una sanzione ma per garantire il mantenimento della salute dei lavoratori, è fondamentale che tutte le figure coninvolte abbiano un quadro quanto più preciso possibile di ciò a cui possono andare incontro nel non ottemperare gli obblighi normativi.

La tabella, nella sua essenzialità fuga un dubbio importante: NON SOLO il Datore di Lavoro è soggetto a sanzioni! A vario titolo, possono essere sanzionati anche: Dirigenti, Preposti, Medico Competente e Lavoratori. Ancora una volta, lontano dal voler spaventare i Lavoratori, che sono i soggetti creditori della tutela del Datore di Lavoro, a volte anche spiegare che è possibile essere sanzionati dalla legge può aiutare nella risoluzione di quell'annoso problema che è l'imposizione di utilizzo dei DPI.

Pertanto, si consiglia di prendere visione, stampare, distribuire a proprio piacimento l'allegato documento, breve e di immediata comprensione.

CONTATTI

A.P. Group S.r.l.
medicina del lavoro e sicurezza
sui luoghi di lavoro
Vigevano (PV)
Via De Bussi, 7
Vigevano (PV)
Via Leonardo da Vinci, 11
Tel: 0381.82.304
Fax: 0381.82.383