Vaccinazioni e idoneità al lavoro

04/03/2021
Autore: Dott. Paolo Aceti

Premettiamo innanzitutto che non esiste  un obbligo vaccinale la decisione ricade sul singolo lavoratore.

Vaccinazione e lavoro.

Rammento che in ambito lavorativo questa decisione può aver ripercussioni su colleghi o su persone con cui si viene in contatto, quindi la decisione se vaccinarsi o no è estremamente importante per tutti gli operatori sanitari

La figura del medico competente.

La figura di riferimento della salute dei lavoratori è il medico competente, cosi come il datore di lavoro. Le sue responsabilità vanno di pari passo con quelle del datore di lavoro.

Nel caso della vaccinazione Covid, la normativa vigente precisa che è il medico competente che, valutati i rischi di esposizione dei dipendenti, insieme al datore di lavoro, deciderà le misure da adottare per proteggere i lavoratori. Queste misure possono essere ad esempio un cambio di mansione o il lavoro da casa. Il MC può aggiungere la vaccinazione nel protocollo sanitario cosi come test di screening periodici. Il lavoratore ha quindi l’obbligo di sottoporsi a quanto previsto dal protocollo (a meno di controindicazioni previste dall’ISS). Il datore di lavoro ha l’obbligo di far rispettare queste disposizioni.

 

CONTATTI

A.P. Group S.r.l.
medicina del lavoro e sicurezza
sui luoghi di lavoro
Vigevano (PV)
Corso Genova 57/A
Tel: 0381.82.304
Fax: 0381.82.383