Novità introdotte dal D.Lgs. 81/08 e s.m.i.

18/11/2010
Autore: Ing. Andrea Ravanelli

Novità ed obblighi introdotti dal D.Lgs. 81/08 e s.m.i (D.Lgs. 106/09) in materia di salute e sicurezza dei lavoratori nei luoghi di lavoro, a cui il Datore di Lavoro deve ottemperare:

 

- Valutazione dello stress lavoro-correlato

- Aggiornamento e/o elaborazione del “nuovo” Documento di Valutazione dei Rischi che deve avere data certa

- Estensione della presenza del RLS (Rappresentante interno dei Lavoratori per la Sicurezza) o dei RLST (Rappresentanti sindacali territoriali dei lavoratori per la sicurezza) in ogni realtà lavorativa, con l’obbligo di comunicazione del nominativo all’INAIL

- Redazione del documento DUVRI (Documento Unico di Valutazione dei Rischi da Interferenze) quando presso l’Azienda/Ente è presente personale esterno in appalto per più di 2 giorni lavoratori consecutivi

- Effettuazione delle visite d’idoneità alla mansione specifica, in fase preassuntiva e a fine rapporto

- Introduzione di modelli organizzazione e di gestione della sicurezza

- Responsabilità del Datore di Lavoro per mancato invio dei lavoratori al Medico Competente per l’effettuazione della Sorveglianza Sanitaria allo scadere dell’idoneità

- Corsi di aggiornamento obbligatori per Responsabile del Servizio di Prevenzione e Protezione (anche se Datore di Lavoro), Medico Competente; annuale per RLS; triennale per addetti al primo soccorso.

 

Alcune sanzioni

Mancata valutazione dei rischi o valutazione non conforme

Art. 17, comma 1, lettera a)

 

Art. 28, comma 2, lett. a),b),c)d)

 

Art. 29, comma 1,4

Arresto da 3 a 6 mesi o ammenda da 1.000 a 6.600 euro

Mancata nomina RSPP

Art. 17, comma 1, lettera b)

Arresto da 3 a 6 mesi o ammenda da 2.500 a 6.400 euro

Mancata nomina Medico Competente

Art. 18, comma 1, lettera a)

Arresto da 2 a 4 mesi o ammenda da 1.500 a 6.000 euro

Mancata designazione dei lavoratori incaricati all’attuazione delle misure di prevenzione incendi e lotta antincendio

Art. 18, comma 1, lettera b)

Arresto da 2 a 4 mesi o ammenda da 800 a 3.000 euro

Mancata verifica dell’idoneità tecnico-professionale delle imprese appaltatrici o dei lavoratori autonomi in relazione ai lavori da affidare in appalto o mediante contratto d’opera o di somministrazione

Art. 26, comma 1, lettera a)

Arresto da 4 a 8 mesi o ammenda da 1.500 a 6.000 euro

Mancata fornitura ai lavoratori dei necessari ed idonei Dispositivi di Protezione Individuale

Art. 18, comma 1, lettera d)

Arresto da 3 a 6 mesi o con l’ammenda da 2.000 a 5.000 euro

Lesioni gravi (oltre 40 giorni di prognosi) o gravissime sino ad Omicidio colposo in assenza di Documento di Valutazione dei Rischi così come previsto dal D.Lgs. 81/08

 

Sanzione pecuniaria da 64.000 a 1.500.000 euro

 


CONTATTI

A.P. Group S.r.l.
medicina del lavoro e sicurezza
sui luoghi di lavoro
Vigevano (PV)
Corso Genova 57/A
Tel: 0381.82.304
Fax: 0381.82.383