Sette indicazioni date dall’ats di Bergamo per i datori di lavoro nell’emergenza coronavirus

03/03/2020
Autore: Dott. Paolo Aceti

In allegato alcune indicazione date dall’ats di Bergamo e recepite dalle altre Ats per i lavoratori durante l’emergenza coronavirus

 

1)      I datori di lavoro devono avvisare i lavoratori che in caso di sintomatologia (febbre ect) evitino di recarsi al lavoro

2)      L’accesso all’ambulatorio medico deve avvenire solo previo appuntamento telefonico per evitare assembramenti in sala d’attesa

3)      Non è previsto ne richiesto da parte del datore di lavoro accertamenti sullo stato febbrile del dipendente; a tal proposito ricordo che l’articolo 5 della legge   300 del 1970 vieta accertamenti da parte del datore di lavoro sull’idoneità o sull’infermità del lavoratore

4)      Il medico competente darà priorità alle visite preventive e al rientro al lavoro ovviamente più urgenti delle altre

5)      Nelle sale di aspetto devono essere disponibili mascherine chirurgiche e disinfettanti per le mani

6)      Non è previsto in nessuno caso l’effettuazione di tamponi per accertare lo stato di salute dei lavoratori

7)      Nel caso in cui un dipendente dovesse accusare sintomatologia durante il turno di lavoro deve tornare al proprio domicilio e avvisare il medico curante          

CONTATTI

A.P. Group S.r.l.
medicina del lavoro e sicurezza
sui luoghi di lavoro
Vigevano (PV)
Corso Genova 57/A
Tel: 0381.82.304
Fax: 0381.82.383