Consigli in merito all’epidemia da Coronavirus

21/03/2020
Autore: Dott. Giorgio Codecà

 

Personale interessato:

-      Addetti al front office

-      Educatrici / insegnanti infanzia

-      Assistenti sociali / domiciliari

-      Agenti di polizia (materiale a disposizione da utilizzare in caso di necessità, come ad esempio per TSO, servizio di vigilanza in aree affollate e/o a rischio, notifiche domiciliari)

-      Messi comunali (materiale a disposizione per notifiche domiciliari)

 

Come noto la sintomatologia è di tipo influenzale (febbre, tosse starnuti, difficoltà a respirare). L’Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS) raccomanda di indossare una mascherina solo se si sospetta di aver contratto il Coronavirus, di avere avuto contatti con persone rientrate dalla Cina o se si è preso cura di una persona con sospetta infezione, in quanto il loro utilizzo ha lo scopo di evitare il diffondersi dell’epidemia e non quello di prevenirla.

Inoltre, le uniche mascherine in grado di proteggere totalmente le vie respiratorie sono quelle dotate di filtro (Ffp2, Ffp3). A titolo prudenziale il personale addetto al front office può essere dotato di mascherine antipolvere riutilizzabili, o, in alternativa e secondo le disponibilità sul mercato, per quanto meno efficaci, di mascherine “chirurgiche” e di guanti in lattice monouso.

Per proteggersi completamente dal virus, si dovrebbero proteggere anche le mani ed evitare di toccare viso, bocca, naso, occhi e qualsiasi altro oggetto potenzialmente contaminato (mezzi pubblici, maniglie delle porte, telefoni, tastierini di POS e sportelli bancari).

È comunque improbabile che possa verificarsi un contagio (e questo vale per tutte le infezioni respiratorie e le sindromi influenzali stagionali, che pure mietono numerose vittime), se si ha l'accortezza di lavarsi frequentemente e accuratamente le mani e di evitare contatti prolungati con persone che manifestano sintomi influenzali, mantenendo la distanza di almeno un metro e mezzo.

A questo proposito si dovrebbe mantenere una congrua distanza fra un utente e l’altro anche nelle sale d’attesa e comunque laddove si possono concentrare più persone e sarebbe utile installare dispenser con disinfettanti per le mani (tipo amuchina).

In sintesi si consiglia di:

-      Fornire il personale sopra indicato del materiale opportuno

-      Mantenere la distanza di almeno un metro e mezzo da altre persone

-      Mantenere pulite e disinfettate le superfici (scrivanie, mouse, tastiere)

-      “Contingentare” l’accesso ai servizi

-      Dotare gli spazi in comune (per esempio le sale d’aspetto) di dispenser contenenti disinfettanti per le mani

-      Evitare di toccare qualsivoglia parte del viso prima di essersi lavate le mani

-      Non presentarsi al lavoro in caso di sintomatologia, anche minima, che possa far sospettare l’infezione  

Considerato che la situazione sta evolvendo con la scoperta di nuovi casi e focolai endemici, il Ministero della Salute e gli Assessorati Regionali emanano costantemente nuove raccomandazioni.

 

CONTATTI

A.P. Group S.r.l.
medicina del lavoro e sicurezza
sui luoghi di lavoro
Vigevano (PV)
Corso Genova 57/A
Tel: 0381.82.304
Fax: 0381.82.383